La Primavera nerazzurra perde per 2-1 contro l’Atalanta nel corso della 14^ giornata di ritorno del Campionato Primavera 1 TIM.

LE PAGELLE:

Man of the Match Dekic 6,5: gli attaccanti orobici lo impegnano in diverse occasioni, ma l’estremo difensore nerazzurro si fa trovare pronto e salva sempre i suoi compiendo parate miracolose. Non può nulla sui gol.

Zappa 5,5: gara di sacrificio la sua, ha un cliente scomodo come Cambiaghi ma riesce spesso a bloccarlo. Nel finale lascia scoperto Traore sull’azione che porterà al gol vittoria per l’Atalanta.

Nolan 6: torna dopo un breve stop causa infortunio e riprende in mano la gestione della difesa. Vince molti contrasti e non si fa superare dalle incursioni degli attaccanti avversari. Si conferma ancora una volta il leader della retroguardia nerazzurra.

Ntube 5,5: lascia libero Piccoli sull’azione che porta al pareggio bergamasco. Per il resto gioca una buona partita e, insieme al suo compagno di reparto, prova a contenere nel miglior modo possibile gli attaccanti avversari.

Corrado 6: buona gara per lui, riesce a dare una buona spinta sulla fascia di sinistra e non molla fino alla fine.

Gavioli 6: lotta su tutti i palloni che passano dai suoi piedi e crea buone idee per la sua squadra, spingendosi molto spesso in avanti (dal 63′ Roric 5,5: prova a dare nuova linfa al centrocampo ma non riesce a essere incisivo più di tanto).

Pompetti 6: dirige bene il centrocampo nerazzurro, gestendo il pallone e mettendo in ordine la squadra. Nel secondo tempo cala e viene sostituito (dal 79′ Demirovic SV).

Gianelli 6: riesce a rendersi pericoloso in diverse occasioni sfruttando le accelerazioni in contropiede. Lotta con forza e difende bene il pallone, alla prima da titolare con l’U19 non sfigura (dal 76′ Grassini SV).

Schirò 6: segna il gol del momentaneo vantaggio interista, per il resto corre tanto senza però scompensare gli equilibri degli orobici.

Salcedo 6: bravo a pescare l’imbucata di Schirò nell’occasione del vantaggio interista. Cerca tanto il gol, ci va vicino, ma non riesce a trovare la gioia della rete (dal 63′ Mulattieri 5,5: Madonna lo inserisce in campo per dare freschezza al reparto offensivo, ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso).

Colidio 5: partita sottotono per l’attaccante argentino che non crea occasioni e non riesce mai ad infastidire la difesa avversaria (dal 76′ Burgio SV).