Sfuma all’ultimissimo secondo il sogno Oro per l’Italia U18 impegnata nei Giochi del Mediterraneo.

Dopo aver conquistato la semifinale liquidando la Grecia con il risultato di 3-0 (reti del granata Rauti, dell’interista Merola e dello juventino Nicolussi Caviglia, ndr), infatti, gli Azzurrini hanno affrontato in finale la Spagna dimostrandosi assolutamente all’altezza di un impegno così importante.

L’Italia passa in vantaggio dopo soli 6 minuti, quando Merola sale in cattedra e confezione un assist al bacio per Rauti che deve solo spingere il pallone in rete, ma venti minuti più tardi i padroni di casa trovano la via del pareggio con Ruiz Ortega, bravo ad eludere Ghidotti (Fiorentina) e a segnare l’1-1.

Nella ripresa arriva subito il 2-1 della Spagna sempre con Ruiz Ortega, ma i ragazzi di mister Franceschini non mollano e pareggiano i conti a quattro minuti dalla fine con Portanova (Juventus) che di testa insacca su calcio d’angolo del nerazzurro Pompetti.

In pieno recupero, però, arriva la beffa del 3-2 segnato, manco a dirlo, ancora da Ruiz Ortega, bomber del Barcellona B.

“Bisogna fare i complimenti ai ragazzi, abbiamo dato tutto quello che avevamo” ha detto Franceschini, “è stato un torneo per certi versi entusiasmante. E’ ovvio che alla fine subentri un po’ di stanchezza, ma bisogna dare meriti all’avversario. Noi usciamo a testa alta.”


Fonte