Pronti, via e l’Inter al 3’ è già in vantaggio grazie alla rete del classe 2003 Abiuso; quest’ultimo abile a raccogliere l’assist di Goffi. I nerazzurri al 6’ hanno addirittura la possibilità di trovare il raddoppio con Owusu ma l’attaccante si fa ipnotizzare dall’estremo difensore viola, Fogli.

La Fiorentina inizia a farsi vedere e al 26’ trova la rete del pareggio con Bianco. Il ritmo sembra calare ma i nerazzurri, a fine primo tempo, trovano la rete del sorpasso. Nunziatini sul fondo fa partire un cross diretto ad Abiuso che anticipa di testa l’avversario e di testa beffa per la seconda volta Fogli.

La ripresa si apre con un triplo cambio per la squadra guidata da mister Chivu: fuori Casadei, Silvestro e Owusu e dentro Fabbian, Hoti e Jurgens.

La Viola parte forte e nei primi minuti del secondo tempo confeziona due azioni pericolose. Al 61’ Aquilani fa uscire Rocchetti, Lucchesi e Neri e fa entrare Krastev, Toci e Gentile. Sostituzioni che danno una scossa visto che i toscani trovano la rete del 2-2 grazie a Di Stefano. Cambi che si rilevano anche azzeccati visto che tre minuti più tardi la Fiorentina ribalta la gara grazie al neo entrato Toci.

L’Inter non si da morta e di forza trova la rete del pareggio grazie alla rete di Fabbian. Nei minuti finali da segnalare il palo della Fiorentina con Agostinelli.

IL TABELLINO

 

Inter: Botis; Silvestro (46′ Hoti), Moretti, Fontanarosa, Pelamatti; Casadei (46′ Fabbian), Sangalli (76′ Andersen), Nunziatini; Goffi (69′ Peschetola); Abiuso, Owusu (46′ Jurgens).
A disp.: Rovida, Calligaris, Iliev, Cecchini Muller, Grygar. All.: Chivu.

Fiorentina: Fogli; Frison, Corradini, Di Stefano (81 Falconi), Bianco, Agostinelli, Egharevba, Neri (61′ Toci), Kayode, Rocchetti (61′ Krastev), Lucchesi (61′ Gentile).
A disp.: Andonov, Ghilardi, Petronelli, Falconi, Gori, David, Amatucci, Dainelli, Barducci. All.: Aquilani.

Marcatori: 3′-45′ Abiuso (I), 26′-62′ Di Stefano (F), 65′ Toci (F), 83′ Fabbian (I).
Ammoniti: Sangalli (I), Kayode (F), Peschetola (I).
Arbitro: Sig. Bitonti di Bologna.