La Lega Serie A ha pubblicato sul proprio sito il regolamento ufficiale del Campionato Primavera 1 TIM 2019/2020.

L’organico del torneo sarà composto da 16 squadre: Atalanta, Bologna, Cagliari, Chievo Verona, Empoli, Fiorentina, Genoa, Inter, Juventus, Lazio, Napoli, Pescara, Roma, Sampdoria, Sassuolo e Torino.

Bologna, Lazio e Pescara sono le new entries provenienti dalla Primavera 2, mentre il Genoa è stato ripescato in quanto perdente dei Play Out, in virtù dell’esclusione del Palermo dai campionati professionistici.

Il Campionato Primavera 1 TIM si articolerà, come lo scorso anno, in tre fasi: a) GIRONE UNICO “ALL’ITALIANA” (“Prima Fase”); b) PLAY OUT PER LA PERMANENZA NEL CAMPIONATO PRIMAVERA 1; c) FASE FINALE

Al termine della Prima Fase, le Società classificatesi dal 1° al 6° posto accederanno alle Final Six per l’aggiudicazione del titolo di Campione d’Italia Primavera 1 TIM 2019/2020. Le prime due classificate passeranno direttamente alle Semifinali, mentre dalla terza alla sesta classificata disputeranno le gare del Primo Turno.
Invece, le Società classificatesi al 15° ed al 16° posto e la Società perdente il Play Out per la permanenza nel Campionato Primavera 1 TIM (in totale 3 squadre) retrocederanno al Campionato Primavera 2 2020/2021.

Potranno partecipare al torneo i calciatori nati a partire dal 1° gennaio 2001 in poi e che, comunque, abbiano compiuto anagraficamente il 15° anno di età. Novità di quest’anno sarà il numero di fuori quota impiegabili: infatti, non saranno più 3, ma bensì 5, di cui non più di uno senza alcun limite di età e i rimanenti nati non anteriormente al 1° gennaio 2000.

Le sostituzioni, invece, rimarranno sempre cinque, utilizzando tre interruzioni nel corso della gara, oltre a quella prevista tra i due tempi regolamentari.

Al termine della Prima Fase è prevista l’estinzione delle ammonizioni che residueranno a carico dei calciatori per le gare delle fasi successive (Play Out e Fase Finale).


Fonte