La Lega Serie A, tramite il proprio sito ufficiale, ha pubblicato il regolamento valido per la Primavera TIM Cup 2019/2020.

L’organico della competizione è composto da 40 squadre che si sfideranno su turni successivi ad eliminazione diretta: e turno eliminatorio, ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finale. Le gare del 1° e 2° turno, degli ottavi e quarti di finale e la finale si svolgono ad eliminazione diretta in gara unica. Le semifinali, invece, saranno articolate in gare di andata e ritorno.

Le società saranno suddivise come segue: 32 squadre inizieranno dal primo turno eliminatorio, mentre le restanti 8, tra cui l’Inter, saranno teste di serie ed entreranno nella competizione a partire dagli ottavi.

Negli Ottavi di finale, le “teste di serie” disputano la gara unica in casa. Nei Quarti, invece, giocheranno in casa la gara unica le Società con il numero di inserimento in tabellone più basso. Per quanto riguarda le Semifinali, invece, l’ordine di svolgimento delle gare viene determinato mediante sorteggio. Infine, la Finale si svolgerà in gara unica in campo neutro individuato dalla Lega Serie A.

Possono partecipare al torneo i calciatori nati a partire dal 1° gennaio 2001 in poi, inoltre, possono essere impiegati in ciascuna gara cinque calciatori “fuori quota” nati nel 2000. 

Le sostituzioni, come per il Campionato Primavera, potranno essere cinque, da effettuare in tre interruzioni nel corso della gara, oltre a quella prevista tra i due periodi di gioco.

È stato, poi, definito il tabellone della competizione, che vede come possibili avversari dell’Inter una tra Ascoli, Frosinone, Udinese o Venezia. Dallo stesso lato si avrà un possibile incontro con il Cagliari ai quarti e con Roma/Atalanta in semifinale.


Fonte