L’U19 nerazzurra ha battuto la Roma per 3-0 nella semifinale del Campionato Primavera 1. A segno Colidio ed Esposito con una doppietta.

LE PAGELLE:

Dekic 6,5: compie un intervento miracoloso a inizio partita sul tiro da fuori di Pezzella, si ripete dopo mezz’ora sul tentativo di Cangiano. Per il resto dell’incontro è spettatore non pagante.

Zappa 6: schierato nell’insolita posizione di centrale di difesa, mette in campo un’ottima prova difensiva e si propone spesso anche in avanti.

Nolan 6,5: prova solida per il capitano nerazzurro che dirige in maniera egregia la difesa nerazzurra e annulla il giallorosso Celar nascondendogli il pallone praticamente per tutta la partita.

Rizzo 6: forse meno ordinato del suo compagno di reparto, ma comunque autore di un ottima gara. Disinnesca situazioni potenzialmente pericolose e manovra il gioco con rapidità.

Grassini 6: più attivo nel primo tempo, spesso il gioco passa dalle sue parti e si fa vedere in avanti, non ha i 90 minuti nelle gambe e viene sostituito (dal 59’ Persyn 6: lotta sulla fascia di destra con forza, la sua freschezza dà un po’ di respiro alla Primavera di Madonna).

Gavioli 6,5:  il numero 8 nerazzurro lotta con grinta e caparbietà nella sua zona di competenza. Va vicino al gol ma non trova la porta (dal 68’ Gianelli 6: dà nuova linfa al centrocampo interista facendosi vedere anche nei pressi dell’area giallorossa).

Pompetti 6: gestisce il gioco con ordine e precisione come solo lui sa fare e distribuisce palloni interessanti ai suoi compagni (dall’83’ Roric SV)

Schirò 6: fa salire spesso la squadra, recupera palloni e si spinge in avanti. La sfortuna gli nega la gioia del gol ma si procura il rigore per il definitivo 3-0 poi concretizzato da Esposito.

Corrado 6: corre tanto lungo tutta la fascia, si fa vedere spesso in avanti e crea cross interessanti per i compagni.

Man of the match Salcedo 7,5: vera spina nel fianco della difesa giallorossa, tenta spesso la conclusione personale e regala ad Esposito un ottimo pallone che l’attaccante classe 2002 non spreca (dall’83’ Vergani SV).

Colidio 6,5: prova di gran lunga migliore rispetto alle sue ultime uscite, si fa trovare nel vivo del gioco, si guadagna e segna il rigore che sblocca la partita (dal 68’ Esposito 7: entra e inizia subito a dar fastidio ai difensori romanisti, segna un bellissimo gol all’80’ e mette in porta il rigore che chiude definitivamente i giochi).