Con il suo ingresso in campo al minuto 73 di Inter-Eintracht Francoforte, gara di ritorno degli ottavi di finale di Europa League, Sebastiano Esposito è diventato il più giovane giocatore della storia nerazzurra a debuttare in competizioni europee con i suoi 16 anni e 255 giorni.

Esposito, nato a Castellammare di Stabia il 2 luglio del 2002, da punto di riferimento della formazione U17 guidata da mister Andrea Zanchetta, nell’ultimo periodo è diventato molto importante anche per la Primavera di Armando Madonna, dove sta continuando a mettere in mostra il suo talento partita dopo partita.

Dopo il match che ha segnato il suo debutto tra i professionisti, Esposito ha parlato così ai microfoni di Inter TV: “Ho realizzato un sogno, anche se mi dispiace per il risultato della squadra. Ringrazio il mister, lo staff e tutta la società che non mi lascia mai solo per questa possibilità, con la speranza che in futuro ce ne siano altre. Appena sceso in campo non ho pensato a nulla se non a quello che dovevo fare, speravo che potesse succedere qualcosa di grande ma è andata così. Ho avuto comunque una bellissima sensazione e ringrazio il settore giovanile che mi sta preparando per raggiungere traguardi sempre più importanti. Non avrei mai pensato di esordire in prima squadra, ancora adesso ho i brividi e faccio fatica a crederci.”


Fonte