Tris nerazzurro contro l’Hellas Verona e la Primavera conquista 3 punti che la confermano in testa alla classifica con l’Atalanta: decidono le reti di Odgaard, Bettella e Rover.

Passano 4 minuti e l’Inter sfiora il vantaggio con Odgaard, ma il suo sinistro sfiora il palo e finisce fuori, dall’altra parte i padroni di casa dell’Hellas Verona rispondono con il doppio tentativo di Saveljevs e Fiumicetti.

Al 12′, però, arriva la rete proprio dell’attaccante danese, che riceve palla da Sala e di controbalzo fa partire un mancino micidiale che finisce all’incrocio. Al 23′ Lombardoni salva tutto su Buxton e alla mezz’ora gli ospiti concretizzano il doppio vantaggio grazie al colpo di testa vincente di Bettella sulla precisa punizione di Pompetti.

I nerazzurri non sembrano intenzionati a fermarsi e cercano il tris con Odgaard, Zaniolo e Merola, ma l’estremo difensore veronese Borghetto sale in cattedra negando loro la gioia del gol.

Nella ripresa l’Hellas riapre la partita intorno all’ora di gioco con Galazzini che approfitta di un’uscita a vuoto di Pissardo per segnare il 2-1 sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

I ritmi calano, il caldo e la fatica si fanno sentire, ma l’Inter vuole vincere a tutti i costi e riesce a chiudere il match con la rete di Rover (80′), subentrato al posto di Merola, che su filtrante di Zaniolo sigla il definitivo 3-1.

Nei minuti finali sarà poi Zaniolo ad avere la possibilità di calare il poker, ma fallisce il penalty da lui stesso conquistato dopo essere stato atterrato in area di rigore da Borghetto.

La Primavera nerazzurra resta così saldamente attaccata all’Atalanta in cima alla classifica, con i bergamaschi che quest’oggi hanno schiacciato il Genoa con un eleoquente 5-2, e si prepara nel migliore dei modi all’inizio della Viareggio Cup il prossimo lunedì.

Man of the Match InterYouth è: Davide Bettella. Prova di forza per il centrale classe ’00 che disputa una prestazione solida e si toglie anche la gioia del gol (meritatissimo).