La sua Berretti ha vinto il primo scudetto della stagione per il settore giovanile nerazzurro battendo in finale il Torino per 2-1. Ecco come l’allenatore dei nostri U18, Gianmario Corti, ha commentato la gara per Inter Channel: “Siamo stati molto bravi, soprattutto considerando il grande caldo che non rendeva facile giocare. Non abbiamo mai mollato, eravamo tranquilli, sereni, e abbiamo recuperato la partita, cosa non facile perchè il Torino era passato in vantaggio dopo pochi minuti e non era facile per noi trovare spazi. Russo è stato bravissimo a centrare l’incrocio dei pali con il suo tiro a giro, se avesse fatto un gol del genere in Serie A i giornali ne avrebbero parlato per giorni. Francesco era particolarmente in giornata, ha disputato una grande gara. La Berretti è una squadra molto importante perchè permette di dare spazio a quei ragazzi che non sono ancora pronti per la Primavera, poi quando maturano e salgono di livello c’è tanta soddisfazione, com’è capitato quest’anno con Rover e con gli altri che hanno già debuttato con i più grandi, mentre chi è rimasto in Berretti è cresciuto molto e l’ha dimostrato, migliorando come gruppo ma anche singolarmente. Lo scudetto perso lo scorso anno (nella categoria U17 A e B, ndr) con questo gruppo mi ha fatto male, la partita era praticamente già vinta e invece…  nel calcio non si può mai dire. Anche per questo è uno sport così bello. Ma la delusione è stata forte perchè i ragazzi meritavano di vincere.”